La circolare n. 14/E del 17 giugno 2019, chiarisce che la fattura differita deve riportare la data dell’ultima operazione effettuata nel mese al quale la fattura stessa si riferisce, anche se può essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo. In ogni caso, nonostante la fattura possa essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo, l’imposta concorre alla liquidazione del mese cui si riferisce.

Secondo quanto si legge nel documento, la fattura deve riportare la data dell’ultima operazione effettuata nel mese al quale la stessa si riferisce, anche se viene inviata al Sistema di Interscambio entro il giorno 15 del mese successivo.

Data, 17/07/2019