Il finanziamento fino a 25 mila euro garantito dallo Stato al 100% deve rappresentare un “nuovo finanziamento” per il soggetto richiedente; i fondi non possono essere, infatti, destinati a coprire eventuali scoperti esistenti. Se questo dovesse accadere, decadrebbe la garanzia dello Stato. Il decreto Liquidità prevede espressamente questo vincolo. Nel caso il divieto sia contravvenuto, non è solo la banca a rischiare di essere sanzionata per il comportamento scorretto, ma lo sono anche l’impresa o il professionista in quanto si espongono al rischio derivante dalla dichiarazione non veritiera relativa alle finalità del finanziamento.

Data, 08/05/2020