Con le novità introdotte dal decreto fiscale 2019, il contribuente che registra il documento di acquisto in un mese successivo rispetto a quello in cui il documento è stato emesso dal fornitore, lo può includere nella liquidazione IVA relativa alla data di emissione del documento stesso. Non è, invece, consentito retrodatare la registrazione del documento.

Questa possibilità decade se è trascorso il termine della liquidazione IVA.

Si ricorda inoltre che non si può registrare il documento in data antecedente al suo ricevimento.

Data, 08/05/2019